Palazzo storico del 700

Trattativa Riservata

Silvi

Descrizione

Si propone la vendita di un antico Palazzetto settecentesco, appartenuto un tempo alla famiglia dei marchesi De Torres e situato nell’antico e tranquillo centro storico di Silvi Paese, sulla sommità della collina e a pochi passi dal Mare Adriatico. Il Palazzetto si affaccia sul corso Umberto I, all’angolo con il vicolo Fuschi. Il vicolo era anche denominato “donna Concettina”, nome dell’ultima erede dei marchesi. Il fratello Don Peppino è colui che ha lasciato una breve storia di Silvi.

Descrizione

Le antiche mura di Casa de Torres sono state completamente ristrutturate, nel rispetto della storia che ci raccontano, e gli antichi affreschi sui soffitti conservati, restaurati e valorizzati. Allo stesso tempo, però, oltre i consueti impianti tecnologici delle civili abitazioni, sono presenti ulteriori comfort, quali: l’impianto antifurto, il videocitofono, la predisposizione per l’ADSL e il Satellite per tv e telefonia mobile.

La casa, interamente restaurata con pavimenti in marmo e parquet e con porte costruite nel rispetto della sua storia, è costituita da un ampio ingresso, che attraverso una scala di marmo conduce al primo piano della dimora e poi, attraverso una seconda scala in parquet, al secondo piano. Ilprimo piano è composto da un ampia stanza luminosa situata alla fine della scala dalla quale si accede ad uno studio con camino e affreschi. Una seconda porta conduce ad un corridoio, con il soffitto interamente affrescato con “Tersicore”, Musa della Danza e della Musica, che porta alle diverse stanze della casa: una sala Tv con un grande camino e con il soffitto affrescato con due “Putti”, un amplissimo salone con il soffitto affrescato con immagini di “Bacco”, una cucina arredata e abitabile. Un altro ampio corridoio conduce ad una camera da letto, uno studio e ad un bagno interamente realizzato in marmo verde e dotato di vasca. Nel primo piano si trova un ripostiglio nel quale si trova l’antica scala della dimora.

Il secondo piano, al quale si accede attraverso una lussuosa scala di legno, è composto da due stanze da letto con vista mare, una stanza con gli armadi, un bagno di marmo ambra e parquet dotato di una vasca idromassaggio da due posti, un secondo bagno con doccia, un ripostiglio. Le camere sono collegate tra loro da un corridoio luminosissimo grazie alla presenza di un lucernaio. Nello stesso piano sono presenti due terrazzi: dal primo, ampio e utilizzabile per cene e feste, è possibile vedere il mare, le splendide montagne del Gran Sasso, la torre di Cerrano e nei giorni limpidi il Conero. Dal secondo, utilizzabile per aperitivi o cene per poche persone, si vede il paese, Pescara e la Majella.

Storia dei marchesi de Torres

Un ramo della famiglia de Torres, originaria della Spagna, passò nel Regno con LUIGI che fu arcivescovo di Salerno e componente del Supremo Consiglio dell’imperatore Carlo V d’Asburgo-Spagna. Vestì l’abito di Malta nel 1574 ed EGIDIO (n.1754) fu cavaliere gerosolimitano. Don HERANANDO de Torres, appartenne all’Ordine di S. Giacomo della Spada, fu inviato come ambasciatore dal re cattolico presso la Corte Pontificia. LUDOVICO e COSIMO furono nominati cardinali rispettivamente nel 1606 e nel 1622; il primo fu amico e protettore del poeta Torquato Tasso. FRANCESCO de Torres sposo di Luisa Severino ottenne il titolo di duca sul cognome. Nel 1623 il casato ottenne il titolo di marchese di Pizzoli, feudo in provincia di Aquila; il titolo passò in casa Dragonetti, a seguito di matrimonio di Laura de Torres (†1838) con il marchese Giulio Dragonetti. La famiglia de Torres risulta iscritta nel Registro Regionale Napolitano col titolo di Nobile Patrizia di Aquila.

Cerificazione energetica

Classe “G” – EPgl 268,4 KWh/mq anno – Attestazione energetica antecedente il 1 ottobre 2015

Virtual Tour

Scheda

  • ID PROPRIETA'
    LLL-004-15
  • NOME
    Palazzo storico del 700
  • PREZZO
    Trattativa Riservata
  • TIPOLOGIA
    Palazzo
  • SUPERFICIE

Condividi questo immobile

Condividi

Localizzazione